venerdì 7 settembre 2012

gufi

Questo è un post programmato: nel momento in cui va in rete, io vado in onda. Nel senso che approfittiamo dell’ultima settimana di ferie per goderci un po’ il mare. E se il tempo non dovesse essere clemente, pazienza! C’è sempre Cefalù, ci sono acquisti da fare prima che riapra la scuola, cose da vedere, persone da incontrare. Qualcosa farò, insomma!!!! Ho preparato anche un micro bagaglio di lavoretti!
Un gufetto, l’ennesimo, in feltro e attaccato ad una molla che lo fa dondolare ad ogni alito di vento. Mi piace, profuma di alloro, che poi è l’essenza del legnetto che ho usato come tronco. Lavoretto veloce, del tipo “cotto e mangiato”. Ho utilizzato (finalmente) degli improbabili scovolini arancioni per le zampe, e con quelli marroni ho fatto le ali. Il resto… solo un paio di impunture, un po’ di colla e la spillatrice. DSCN2173
Mi piacerebbe capire per quale strana alchimia le cose fatte di getto (senza pignoleggiare troppo sui materiali ma accontentandosi di quello che offrono i cassetti) hanno ai miei occhi una simpatia … paperinesca!
DSCN2174

Questo è quello che avevo scritto prima di dare il via alla settimana più stupida della storia. Sono a casa, e non ho voglia di cambiare neanche una virgola. ....così imparo a fare i conti senza il classico oste!

5 commenti:

  1. Simpaaaaaaaticissimoooo!!!!!
    Chissà perchè è stata la settimana più stupida della storia....
    Un bacione,
    Rosa

    RispondiElimina
  2. Nuuuuuu!! cos'è successo Franca? spero niente di brutto...un bacione!
    ps il gufetto è adorabile!

    RispondiElimina
  3. adorabile davvero!!! l'ho pinnato

    RispondiElimina
  4. Sarà anche un lavoretto "cotto e postato",ma è tanto bello!
    Anche a me capita di non avere voglia di lavorare e allora aspetto. Piacere di conoscerti!
    Patry

    RispondiElimina
  5. che bel gufetto!!!! ma tu sei bravissima!!!!!!
    ciao e buona serata

    RispondiElimina